Per ricevere i nuovi post via email

venerdì 6 marzo 2015

I ragazzi della via Pàl


I ragazzi della via Pàl è un romanzo di Ferenc Molnár del 1906. Sembra raccontare una storia del passato e questa copertina retrò ne alimenta l'alone antico.
Eppure questa avventura si rivela straordinariamente attuale, perché parla della carenza di spazi per il gioco d'infanzia nelle grandi città. Oggi purtroppo non si può più parlare solo di carenza per tali spazi poichè ve ne è una totale assenza. Non c'è spazio per il gioco, non c'è spazio per i bambini nelle città contemporanee. Se non lo spazio artificiale delle riserve indiane che sono i tristi parchetti urbani. Aree sorvegliate dagli adulti che controllano i comportamenti , le relazioni, le dinamiche. Sotto questo tipo di sguardo il gioco è impossibile, poiché è impossibile l'esercizio di qualunque forma di libertà, espressione imprescindibile di ogni forma di gioco.

Nessun commento:

Posta un commento