Per ricevere i nuovi post via email

sabato 27 dicembre 2014

Bambole


 
Forse non è un caso che queste immagini mi siano venute incontro e si siano imposte alla mia attenzione proprio nei giorni del dono superfluo e mercificato, dell’eccedenza  di giochi e giocattoli che sovrastimola i bambini, li distoglie dal loro presente in-finito e li rende consumatori esuberanti di attimi fugaci. Gli si toglie il tempo del gioco ma si offrono ai bambini sempre più stimoli e cose di cui forse il bambino non sente il bisogno perché dominato dal piacere di reiterare senza noia lo stesso gioco e capace di godere di uno spettacolo già noto.

E allora potremmo scegliere cosa donare ai bambini basandoci sulla qualità del giocattolo piuttosto che sulla quantità. Le bambole con disabilità potrebbero, a mio parere, ampliare e arricchire il mondo dei giochi dei bambini, il loro immaginario concentrando il loro sguardo su una condizione nascosta ed emarginata ma che i bambini sanno affrontare con stupore e curiosità, senza il pregiudizio basato sulla suddivisione dell’universo nelle due metà rigorosamente e furiosamente contrapposte (Zolla, 1994).

La bambola con disabilità è allora un gioco controeducativo perché mostra il lato d’ombra  e misterico della vita, perché spazza via la "mostruosa perfezione" di certe bambole e le strappa alla loro disumana compostezza, perché dimostra il piacere di giocare la disabilità e con essa.

mercoledì 17 dicembre 2014

Un gioco da scaricare al volo CATcher, prima che sia troppo... tardi!!!

The CATcher (IntesiGroup)Un gioco da scaricare al volo, prima che ... gulp ... sia troppo tardi. 



Cosa faresti se qualcuno accedesse ai tuoi dati? E se i tuoi profili fossero hackerati per rubare la tua
identità digitale?
La superficialità sul web è pericolosa e Coral lo sa: il malvagio Raven si è impossessato del suo telefono e si spaccia per lei online.
Solo un gatto trasformista può salvare la situazione: avventurati con gatto Fernando alla ricerca dell’identità di Coral.
Immergiti come un sottomarino, colpisci come un cannone, corri come un carro armato e sconfiggi il peggior nemico di Coral prima che sia troppo tardi!

CARATTERISTICHE DI GIOCO:
- Avventurati in splendidi mondi 2D
- Tanti livelli e sottogiochi da scoprire
- Contenuti sbloccabili speciali con le avventure di Coral e gatto Fernando
- Gioco utilizzabile offline
- Oh! Oh! Oh! Sorpresa natalizia!

mercoledì 10 dicembre 2014

La Grande Guerra attraverso la cinepresa

"Dacché esistono parole indicanti la lotta e il gioco, si è dato il nome di gioco anche al combattere... Ogni combattere che sia legato a regole limitanti ha proprio per quell'ordine limitante il carattere formale di un gioco, anzi della più intensa, più energica e nello stesso tempo più evidente forma di gioco". (J. Huizinga, Homo ludens, p.104, cap. V Gioco e guerra).

Anche la guerra può mostrare un suo carattere agonale, competitivo e regolato. Non si tratta di scherzare con la guerra, ma di riconoscerne i caratteri formali e rituali per comprenderne la potenza simbolica. Importante diventa non liquidare ideologicamente la guerra, ma comprenderla grazie all'approfondimento del suo aspetto culturale e valoriale.

Se ne parlerà nel seminario La Grande Guerra attraverso la cinepresa, martedì 16 dicembre ore 9.30-12.30 Università Milano Bicocca, U6-4.