Per ricevere i nuovi post via email

martedì 23 agosto 2016

Tragedia dell'infanzia. Dal giardino alla cella.

Si immagina un uomo la cui vita sia lo sviluppo naturale, conseguente dell’infanzia?
Una siffatta eventualità spaventa l’adulto – questo borghese generale.
E però il potere esecutivo dell’adultità recide l’infanzia: oltre a tutto, la vestizione della toga virile sanziona, con una cerimonia «ambita», l’inizio del «passo ridotto».
Un dovere illusorio e la solenne buffoneria della serietà, mascherano la tristezza mortificata di questo passaggio dal giardino alla cella, dalla libertà al «dovere».

Savinio A. (2001), Tragedia dell’infanzia, Adelphi, Milano, p. 127.

Pablo Picasso, Paul nei panni di Pierrot, 1925

Mary Ellen Mark

Franz Von Suck, Scherzo, 1909

Alain Laboile

Cesare Sofianopulo, Maschere, 1930

Nessun commento:

Posta un commento