Per ricevere i nuovi post via email

sabato 27 aprile 2019

Dilili a Parigi


Dilili a Parigi è un film d’animazione del regista francese Michel Ocelot.
Dilili è una principessa “che viene dall’altro lato della terra”, ha origini kanak e francesi. Proprio perché meticcia non si è mai sentita a casa da nessuna parte, in Nuova Caledonia era discriminata perché troppo “chiara” e in Francia perché troppo “scura”. 
All’inizio del film, la sua diversità viene esibita in una sorta di giardino zoologico nella Parigi di inizio Novecento. All’esibizione assiste il simpatico e giovane fattorino Orel che, curioso di conoscere la bambina, le dà un appuntamento. I due diventano amici e insieme intraprendono una sorprendente avventura sulla tricicletta di Orel per scovare i Maschi Maestri, una banda di malfattori che vogliono fermare l’emancipazione femminile rapendo tutte le bambine della città.
Sono tanti i temi che si intrecciano lungo le strade di Parigi nella Belle Époque: la convivenza delle tante diversità presenti sullo scenario dell’esistenza, la tutela dei diritti delle donne, la bellezza dell’arte e della cultura che possono essere salvifiche e trasformative, l’infanzia come forza vitale capace di sovvertire l’ordine delle cose.
Tematiche quanto mai attuali che invitano i piccoli e grandi spettatori a ri-orientare lo sguardo verso un percorso di riflessione e conoscenza di sé, degli altri, del mondo.


Nessun commento:

Posta un commento